logo nuovo confcommercio_new_bianco

Confcommercio | Imprese per l'Italia | Catania

logo nuovo confcommercio_new_bianco

Via Mandrà, 8 - Catania 95124

tel. (+39) 095.73.10.711

fax. (+39) 095.35.12.53

info@confcommerciocatania.it confcommercio@pec.confcommercio.ct.it


facebook
twitter
linkedin
instagram

CF: 80002030874

P.I: 01833090879

CONF NOTIZIE

LE BUSSOLE

STATUTO

CODICE ETICO


facebook
twitter
linkedin
instagram
whatsapp
pxb_1464917_5b83cf7c72b80afab0c9b73df83038c9

CCNL TERZIARIO: RAGGIUNTO L’ACCORDO DI RINNOVO

Confcommercio-Imprese per l’Italia, insieme a Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, hanno firmato l’accordo per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) del Terziario, della Distribuzione e dei Servizi, che rappresenta il punto di riferimento contrattuale per le imprese del settore e per circa tre milioni di lavoratori. L’accordo, in vigore dal primo aprile 2023 al 31 marzo 2027, prevede un aumento a regime di 240 euro al quarto livello, comprensivi di quanto già previsto con il Protocollo straordinario del dicembre 2022, oltre a una somma straordinaria di 350 euro, suddivisa in due tranche di uguale importo a luglio 2024 e luglio 2025, per colmare il periodo di mancanza di un contratto collettivo.

Oltre agli incrementi salariali, nel rinnovato contratto sono stati affrontati diversi temi cruciali: l'aggiornamento e la revisione del sistema di classificazione, la nuova disciplina dei contratti a termine in seguito alle recenti modifiche legislative, una maggiore tutela per i lavoratori part-time, un maggiore investimento nella formazione per migliorare la competitività delle imprese e l'occupabilità dei lavoratori, una maggiore attenzione alla parità di genere e alla lotta contro la violenza sulle donne, nonché un potenziamento dei servizi di assistenza sanitaria integrativa.

Commentando la firma del rinnovo del contratto, la Vice Presidente confederale Donatella Prampolini, Presidente della Commissione Sindacale di Confcommercio, ha evidenziato che "l'iter contrattuale ha dovuto affrontare le sfide economiche e sociali derivanti dall’emergenza pandemica, dai conflitti geopolitici e dall'incremento dell’inflazione. Nonostante ciò, le parti hanno lavorato con responsabilità per ottenere un accordo che tenesse conto delle condizioni macroeconomiche, garantendo al contempo la sostenibilità per le imprese". "Concludendo questo lungo negoziato - ha aggiunto Prampolini - siamo fiduciosi che il rinnovo del CCNL contribuirà a consolidare i rapporti tra le parti e a garantire stabilità sia alle imprese che ai lavoratori del settore fino al marzo 2027".

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder